Il progetto

Il Progetto > Algacoltura

website template image

2. Algacoltura

Il Team Abitare la Natura, ha effettuato una seria e attenta analisi sulle proprietà e i mille utilizzi di un’alga verde-blu miracolosa: la Spirulina, decidendo di inserirla tra i prodotti da coltivare nel nostro villaggio, data anche l’alta redditività. Benefici per la salute e di come la Spirulina viene utilizzata in ambito officinale e medico.

Considerato come uno degli alimenti del futuro (chiamato anche SUPERFOOD), contiene grandi quantità di elementi nutritivi che sono fondamentali per il nostro organismo. La sua composizione ha un rapporto di valori nutrizionali molto più alti rispetto a qualsiasi altro cibo, al punto da venire utilizzata anche dagli astronauti. L’alga, conosciuta anche come “cibo degli Dei”, è uno degli abitanti più antichi del nostro Pianeta. Il nome Spirulina è dato dalla sua tipica forma a spirale, di colore tra il verde e il blu. E’ considerata uno degli alimenti più completi per l’organismo umano, tanto da essere denominata Super Alimento del XXI secolo.

La definizione “alimento del futuro” gli è stata data dalla FAO nel 2008, per questo ed altri motivi è stata presa in considerazione dal nostro Team operativo Abitare la Natura, per la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie, che faranno parte del progetto villaggio eco-sostenibile.

Uno degli impieghi più utili è quello degli integratori alimentari, ma anche le aziende farmaceutiche si servono di quest’alga per scopi terapeutici, per la cura dell’Herpes Simplex o per stabilizzare il livello di zuccheri nel sangue, come nel diabete Mellito tipo 2.


Lo stesso discorso può essere applicato da aziende erboristiche o da aziende produttrici di integratori e alimenti funzionali, che si occupano di elaborare prodotti di erboristeria naturale a base di alghe. Anche le aziende che operano in campo cosmetico, possono essere interessate a quest’alga per creare creme per la pelle. La Spirulina infatti, è un potente alleato alla lotta all’invecchiamento della nostra epidermide.

Al fine di preservarne la purezza, la situazione ideale è quella di far crescere e sviluppare l’alga in un ambiente protetto e confinato, esattamente come sperimentato dal Team Abitare la Natura, decidendo così di inserirla tra i prodotti di vertice del villaggio ecosostenibile.

Abitare la Natura ha scelto di coltivare l’alga Spirulina all’interno di recipienti, dotati di una particolare conformazione idrodinamica. Le migliori condizioni per lo sviluppo di una coltura di qualità, si ottengono grazie ad una corretta ventilazione ed esposizione alla luce solare.

Gli ambienti di coltivazione non devono essere contaminati da agenti esterni, e da qui nasce la scelta del nostro Team di operare in ambienti protetti e in serre climatizzate e ventilate.

Stessi canoni di non contaminazione, devono essere adottati anche nella fase di lavorazione. Il processo di produzione si sviluppa in due fasi: la filtrazione e l’essiccazione.

Tutto deve avvenire in locali a temperatura controllata e con filtri, che consentano di operare in ambienti sterili, in modo di ottenere un prodotto di alta gamma, anche attraverso le analisi microbiologiche/nutrizionali e la verifica dell’assenza di contaminanti.

Un altro vantaggio enorme che ci ha spinto a coltivare l’alga Spirulina è che riesce ad assorbire la CO2 presente nell’atmosfera ben 400 volte più velocemente di un comune albero (100 volte più di un abete e 20 volte in piu del bamboo). Una soluzione incredibile all’attuale problema del riscaldamento globale.